Amministrazione,  Politica

Avola, il sindaco Cannata agli avversari politici: “dite falsità e non avete idee per il bene della città”

Appuntamento “straordinario” per la rubrica del primo cittadino Cannata ieri sera. Come di consueto dal palazzo di città “perchè gli attacchi ai quali sono stato chiamato  a rispondere erano diretti a Cannata sindaco di Avola“, come ha ribadito durante la diretta, il primo cittadino (che resterà in carica fino al prossimo 8 maggio, come abbiamo annunciato ieri) ha tolto più di un sassolino dalla scarpa.

Mi trovo costretto ancora una volta a rispondere ad attacchi frontali, diffamazioni e calunnie come accaduto in questi 10 anni – ha esordito Cannata – e mi trovo costretto a fare  chiarezza nei confronti di affermazioni di chi cerca di denigrare la mia persona e il mio operato, instillando il dubbio sul mio modo di agire. Io ho lavorato sempre per il bene comune, guardando sempre l’interesse generale.

Cannata ha punzecchiato quanti “sono dispiaciuti perchè la città non è stata sciolta per mafia e cercano opacità, attaccando le istituzioni, dopo 12 mila e 700 atti controllati negli uffici dalla commissione che, infine, ha stabilito il fatto che abbiamo lavorato in modo legale, legittimo e rispettoso delle norme, come da decreto ministeriale“.

Il sindaco ha ribadito che “la democrazia non può sfociare nella diffamazione perchè a quel punto mi trovo costretto a querelare” ed è passato a  “nomi e cognomi”, con un elenco di screen shot dei suoi avversari politici. Tra gaffe di un ex assessore (Salvatore Vaccarella) che erroneamente ha indicato il degrado di una parte del litorale di Noto asserendo fosse quello di Avola, alla ormai arcinota querelle sul porto turistico con Mariano Ferro. “Una persona già da me querelata che nei suoi interventi televisivi mi chiede “fammi chiamare dai giudici!I giudici non mi vogliono chiamare”. Ecco, i giudici lo hanno convocato l’8 marzo ma lui non si è presentato. Mi auguro che si possa presentare all’udienza del 13 settembre e possa dimostrare la stessa spavalderia in Tribunale” – ha continuato il primo cittadino che ha poi mostrato le sentenze amministrative relative alla questione del porto turistico – ben 8 magistrati hanno dichiarato che abbiamo operato bene per il porto turistico, perchè la ditta che avrebbe dovuto realizzarlo non ha prodotto la necessaria valutazione di impatto ambientale”.

Inoltre per quanto riguarda la questione del terreno Cannata ha dimostrato con gli atti che non c’è stato nessun esproprio e nessun miglioramento.

Cannata ha poi chiarito la questione relativa a un terreno espropriato per la realizzazione di una nuova strada per il borgo marinaro e ha aggiunto “dite falsità contro di me, sono 10 anni che fate questo, concentratevi sulla città, se avete delle idee. Esistono le persone perbene, io sono una persona per bene e il mio obiettivo è sempre stato quello di fare al meglio il mio lavoro per il bene della città. Non sapete cosa inventare e dite falsità, non c’è nessuna opera in questi 10 anni che abbia creato debito. Perchè voi avversari avete distolto lo sguardo dai debiti pregressi della circonvallazione, ad esempio?“.

Il sindaco ha poi annunciato la prossima diretta che avrà luogo questo venerdì e ha chiuso invitando i suoi avversari “a denunciare insieme a me se vedete irregolarità durante la campagna elettorale“.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.